In un periodo economico altalenante come quello attuale una delle poche certezze nel settore della pubblicità italiana è la trasformazione strutturale della comunicazione. I media digitali sono in crescita rispetto a quelli tradizionali e le agenzie di comunicazione stanno affrontando un processo di svecchiamento necessario.

I dati sugli investimenti pubblicitari del 2012 in Italia rilevati da Nielsen nel report di giugno sono abbastanza sconfortanti: l’anno chiuderà con il -5,7% . I più colpiti sono i principali mezzi di comunicazione, i media classici per intenderci, dal momento che si è registrata una notevole riduzione del budget da parte di settori importanti quali quello alimentare, automobilistico e delle telecomunicazioni.

In netta controtendenza, invece, sono i media digitali che acquistano sempre di più un posto significativo all’interno di una pianificazione pubblicitaria.

Come si vive tutto questo nelle agenzie di comunicazione? Qual è il loro ruolo in questo momento?

La comunicazione sta cambiando pelle, è una trasformazione che sta avvenendo progressivamente e con non poca sofferenza. Come tutti i cambiamenti comporta un periodo di adeguamento. Andare verso il nuovo significa innanzitutto liberarsi delle sovrastrutture che  una tradizione lunga e significativa ha contribuito a costruire nel tempo. Capire l’importanza delle nuove figure professionali in modo da stabilire in che modo esse possano essere integrate con quelle storiche. Accogliere le nuove idee senza pregiudizi, dare loro il giusto risalto evitando di prendersene il merito o di cambiarle per avvicinarle al vecchio.

E’ questo cò che lentamente sta avvenendo nel settore della comunicazione, un profondo cambiamento strutturale che in un periodo economico così altalenante risulta essere una grande ed importante certezza.

E’ una trasformazione dettata in primo luogo dalla necessità di aiutare i propri  clienti a capire come orientarsi in questo momento difficile. E’ questo infatti il nuovo impegno a cui sono chiamate le agenzie di comunicazione: supportare i clienti in questo scenario macroeconomico complicato.

In che modo? Sviluppando una forte sensibilità verso la misurazione del ROI attraverso l’impiego di strumenti innovativi, capaci di valutare l’efficacia di una campagna e di ottimizzarne il budget,  concentrandosi su una pianificazione integrata che riconosce l’importanza dei media digitali, investendo sulle nuove idee creative e sulle nuove figure professionali.

Simona Fiore

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Post Correlati