I migliori brand significano qualcosa: una grande idea, una posizione strategica, valori definiti, una voce fuori dal coro.

Il significato ispira il processo creativo e trova la sua strada attraverso un simbolo, una parola o un’azione. E’ il DNA di una brand identity…” (Alina Wheeler, Designing Brand Identity, John Wiley and Sons Inc.2006, Second Edition)

I simboli come espressione di un brand, di ciò che esso significa, hanno il potere di coinvolgere la nostra immaginazione, la nostra intelligenza e le nostre emozioni, ad un livello molto profondo. Hanno la capacità di significare qualcosa, presi singolarmente, sono dotati di una propria anima che li rende indipendenti, facilmente riconoscibili nel tempo. Da Nike a Mitsubishi, ad Enel, Eni abbiamo esempi stupendi che dimostrano questa peculiarità.

Sono chiari esempi di come un simbolo possa:

1.rappresentare l’idea che sta dietro ad un’azienda

2. essere piena espressione della cultura aziendale, una sorta di reminder visivo del suo significato

3. essere sostenibile

4. evolvere insieme all’azienda.

“Meaning is distilled”, “Meaning is assigned”, “Meaning builds consensus”, Meaning evolves over time”. (Ivi).

Simona Fiore

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Post Correlati