Abbiamo tutti esultato all’avvento del web 2.0, quasi increduli che potesse esistere uno strumento per le aziende così free e social. Abbagliati dalla sua natura democratica, ci siamo lanciati su di esso in maniera fin troppo ingenua, fermamente convinti di trovarci davanti ad un percorso verso il successo pressoché lineare: si inizia con la realizzazione di un sito web, poi si aggiunge il blog aziendale, quindi la fan page su Facebook e il profilo su Twitter e in men che non si dica ci si ritrova sommersi da ordini e pieni di soldi.

Perché il risultato ha deluso le nostre aspettative? Raggiungere il successo oggi vuol dire sapersi adeguare al cambiamento in maniera elastica e veloce. E’ importante quindi abbandonare promesse e obiettivi non realistici, come quelli, ad esempio, di considerare i social media delle fonti sicure di guadagnano e di vendite; e allo stesso tempo non lasciarci scoraggiare dalla competizione sempre più dura che deriva propria dalle tanto decantate qualità del web 2.0,  “social, free, anyone can do it”.

Il web è strategico. Il social media marketing anche. Ciò che ci occorre è quindi una strategia e impiegare le risorse giuste e necessarie per implementarla, come sottolinea Debra W. Ellis, nella sua guida Social Media 4 Direct Marketers:

  • definire la strategia puntando sulla corretta visione della tua community, dal modo in cui i tuoi clienti interagiscono tra di loro e con il tuo team a ciò che li spinge all’azione, a ciò che vogliono dalla tua azienda
  • stabilire metriche affidabili
  • definire gli obiettivi e i risultati che la tua azienda vuole raggiungere
  • scegliere i social media in base al tuo business e al tuo target, prediligendo quelli che raccologno il maggior numero di consuamtori attivi
  • favorire la conversazione intorno al tuo brand, creando, per esempio, un blog che non parli solo dei tuoi prodotti, ma che tratti tematiche pertinenti capaci di coinvolgere i tuoi utenti
  • monitorare la conversazione sulla tua azienda

E’ questo ciò che fa la differenza tra un social media marketing che dà profitto e l’ennesima presenza aziendale online. Il percorso non è semplice, ma del resto chi aveva pensato il contrario si era semplicemente illuso.

Simona Fiore

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Post Correlati