Il 2010 sta per finire e, come sempre, gli ultimi giorni segnano il tempo delle classifiche! Ecco come si conclude l’anno per i “giganti” del Web!

Google anche quest’anno ha catturato e interpretato con il suo “Zeitgeist”, lo “spirito del tempo”. Tra le ricerche in ascesa si posiziona al primo posto “chatroulette”, il famoso sito di video-conversazioni riprese e selezionate casualmente. In seconda posizione c’è “ipad”, la recente creatura di Steve Jobs, che si posiziona inoltre al primo posto nella categoria Elettronica di consumo, consacrando in questo modo l’interesse degli utenti per le nuove tecnologie. Si confermano nella top ten delle ricerche “twitter” e “facebook”, rispettivamente all’ ottavo e al decimo posto.

L’anno, infatti, si chiude in bellezza per i più famosi social network. Facebook resta ben saldo al podio con 500 milioni di utenti  e con un premio come “person of the year” assegnato dal Time al giovane fondatore del social network Mark Zuckerberg.

Per Twitter l’anno si chiude con la notevole cifra di 190 milioni di iscritti e ben 25 miliardi di “tweets” al giorno. I “cinguettii” degli utenti hanno riguardato diverse tematiche: al primo posto “gulf oil spill” (la chiazza di petrolio nel Golfo del Messico); seguono “Fifa World Cup” e il film “Inception”; sesto e settimo posto sono per “Apple  iPad” e “Google Android”.

Non potevano mancare i risultati ottenuti nel 2010 da YouTube, che raggiunge la cifra di 34.500 ore di filmati al giorno caricati dagli utenti. La classifica stilata da YouTube sui video più visti dell’anno in tutto il mondo vede al primo posto la “Bed intruder song”, una canzone rap di protesta scritta dal fratello di una giovane statunitense scampata ad una violenza sessuale. Al secondo e al terzo posto rispettivamente “Tik Tok Kesha”, parodia della canzona di debutto della cantante  Kesha e la versione di un tredicenne americano di “Paparazzi” di Lady Gaga. Al quarto posto si piazza il video dall’effetto virale sorprendente: “Annoyng Orange Wazzup”, la paradossale scena di frutti diversi che si chiedono vicendevolmente “Come va?”.

Il 2010 sancisce la vittoria dei social network con un aumento vertiginoso delle cifre relative agli utenti.  Si tratta di numeri impressionanti e da questi parte la riflessione per il 2011.

Valentina Vespere

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Post Correlati