Steve Jobs è morto. La notizia è stata data ieri dalla Apple attraverso l’Associated Press in un comunicato stampa dal titolo: “Steve Jobs è morto. Il fondatore della Mela, l’uomo che ha ‘creato due volte'”.

Steve Jobs, fondatore della Apple, è morto ieri, all’età di 56 anni, di tumore al pancreas.

Pioniere dell’era digitale, è stato in grado di cambiare il modo in cui la gente pensa alle tecnologie ed interagisce con esse grazie alla grande attenzione posta al design dei suoi prodotti; ha contribuito a trasformare la Silicon Valley in un centro di innovazione per l’industria tecnologica; il suo carisma e la sua natura visionaria messi al servizio della commercializzazione e vendita dei suoi prodotti hanno trasformato la Apple un fenonemo di pop-culture.

Steve Jobs lascia in eredità alla Apple, all’industria digitale in generale e al mondo intero un patrimonio straordinario fatto di importanti insegnamenti di vita e di business.

Un patrimonio che il suo successore Tim Cook è stato fin da subito pronto ad ereditare, con l’intenzione di preservare la continuità del suo operato; intenzione che in quest’occasione ribadisce nella lettera ai suoi dipendenti: ” Onoreremo la sua memoria dedicandoci a continuare il lavoro che lui amava così tanto.”

La homepage che la Apple gli ha dedicato, seppure sintetica e coincisa, racchiude l’essenza della sua personalità visionaria e carismatica: “Steve Jobs 1955-2011 – Apple ha perso un genio visionario e creativo e il mondo ha perso una persona straordinaria. Quelli che tra noi sono stati abbastanza fortunati da conoscere Steve e lavorare con lui hanno perso un caro amico e un mentore fonte di ispirazione. Steve lascia un’azienda che solo lui avrebbe potuto costruire e il suo spirito vivrà per sempre nella fondazione della Apple.”

Una personalità capace di anticipare il futuro e di influenzare le generazioni a venire come hanno sottolineato nelle loro dichiarazioni Bill Gates: “Raramente al mondo si vede qualcuno con il grande impatto che Steve ha avuto, i cui effetti si sentiranno nelle generazioni a venire.” e Barack Obama: “Michelle ed io siamo addolorati di apprendere della scomparsa di Steve Jobs. Steve è stato tra i più grandi innovatori americani – il coraggio di pensare in modo diverso, il coraggio di credere di poter cambiare il mondo, e il talento a sufficienza per farlo.”

 Noi vogliamo ricordarlo attraverso questa slide che raccoglie alcuni dei suoi insegnamenti più significativi.

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Post Correlati